Per uno shopping consapevole


Comprare, comprare e ancora comprare. Per consolarci, rallegrarci, gratificarci. Siamo guidati dalla compulsività, accumuliamo carrellate di abiti che spesso finiscono nel dimenticatoio, in fondo a qualche cassetto.E quante volte di fronte ai nostri armadi stracolmi, abbiamo pensato che non avevamo nulla da metterci?
È proprio intorno a queste riflessioni che si è incentrato il recente incontro “Lo shopping: come e quando comprare” . L'iniziativa è stata organizzata dalla consulente d'immagine Paola Garibbo e fa parte del ciclo di incontri “Bell'essere”. Da sempre appassionata alla moda, dopo la laurea in Giurisprudenza e un lavoro nel mondo delle assicurazioni, Paola si è dedicata allo studio del settore del fashion, diventando esperta di moda, personal shopper e consulente d'immagine.
Tutte questo bagaglio di conoscenze viene messo a disposizione degli altri, nel desiderio di fornire consigli di stile e far sì che le clienti, attraverso gli abiti, riescano ad acquisire maggiore sicurezza e consapevolezza. L'immagine, in una società come oggi basata sull'apparenza, ha ruolo sempre più rilevante, è il nostro biglietto da visita quindi è necessario curarla. Ma spesso questo induce in errori dettati dalla fretta e dalla mancanza di fiducia in se stessi. Conseguenza acquisti sbagliati e tanto spreco. Tutto questo a discapito del pianeta e del nostro portafoglio!
Durante l'incontro sono state fornite quindi indicazioni utili sul perché e sul come fare shopping. Consigli e strategie efficaci per divertirsi, giocare e avere stile senza spendere troppo. Ma sentiamo da vicino Paola Garibbo, che ha risposto ad alcune delle nostre domande:
Parlando di moda e di shopping consapevole, viene subito da pensare al rapporto tra la moda e lo spreco, cosa ne pensi di queste due dimensioni spesso legate a doppio filo?
“In un certo senso la moda non esiste. Finisce quando i capi escono dalla sfilata e quindi è spesso una fonte di spreco. Dobbiamo seguire la moda per noi, fare uno shopping consapevole. Evitare l' accumolo compulsivo e gli acquisti destinati a colmare un vuoto. Lo shopping deve essere utile, l'obiettivo è quella di gratificarsi, stare bene ed essere in equilibrio. Liberandoci dal superfluo e come se ci svuotassimo di un peso. Certo le cose non vanno mai buttate, regaliamo, doniamo, diamo in beneficenza.”
Parlando di acquisti, spesso il problema è che non ci ricordiamo quali abiti possediamo a causa di armadi pieni e mal organizzati, a tuo avviso quali sono le strategie migliori per ottimizzare i nostri guardaroba?
“In primo luogo buttare tutto quello che non si indossa da almeno un anno. Dedichiamoci poi alla preparazione di look, studiando i migliori abbinamenti e scattando alcune foto. Avremo outfit già pronti, saremmo più in ordine e perderemo meno tempo prima di uscire.”
Lo shopping consapevole, oltre ad alleggerire il nostro portafoglio, fa bene al pianeta e sempre più spesso nell'industria del tessile si sente parlare di moda sostenibile. A tuo avviso qual'è il futuro di questo settore?
“È un settore difficile. Il problema è che i modelli proposti dai marchi di moda green pesso non valorizzano la figura. Grande studio dei tessuti ma il design viene un po' trascurato, quindi una sfida sarebbe quella di coniugare questi due elementi. Un cambio dei modelli potrebbe essere fondamentale per il successo di questo comparto.”
Tutte queste tematiche verranno trattare nei prossimi incontri.
Per info e prenotazioni visitare il sito: https://lookperfetto.it/bellessere-4-inconti-paola-garibbo/
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/lookperfetto.it/?fref=ts

Virginia Grozio