Una maratona per il Gaslini


Giovedì 15 dicembre si terrà la maratona benefica per l'ospedale Gaslini. Dalle 20.30 alle 00.30, nella Sala del Maggior Consiglio, presso il Palazzo Ducale di Genova, comici, attori, atleti e politici correranno in diretta tv nazionale grazie a Telenord. La serata, denominata “Gaslini&Friends”, organizzata dal Telenord, è finalizzata alla raccolta fondi destinati all'acquisto di un importante macchinario al reparto di Anestesia e Rianimazione dell'Istituto Gaslini.
L'editore di Telenord, Massimiliano Monti per l'occasione ha organizzato la messa in onda in diretta nazionale sia su digitale sia su satellite. La manifestazione, a ingresso gratuito, grazie ad un conto corrente dedicato (7000/80) e un numero verde (800010502), intende raccogliere fondi per acquistare un ventilatore pediatrico di nuova generazione: TwinStream un macchinario fondamentale per migliorare la gestione delle patologie aeree dei piccoli degenti del reparto di Anestesia e Rianimazione Neonatale e Pediatrica del Gaslini, il cui costo è di 90 mila euro circa. 40 mila sono già stati raccolti in precedenza con diverse iniziative dalla UC Sampdoria.
“Ringrazio Telenord e tutti gli amici del Gaslini che verranno di persona a stringersi intorno all’ospedale e tutti quelli che anche da casa sceglieranno di sostenere l’Istituto con le loro donazioni, perché il Gaslini è un’istituzione conosciuta nel mondo, che ha bisogno di essere sempre sostenuta e costantemente migliorata” ha spiegato il presidente del Gaslini Pietro Pongiglione.
TwinStream è un jet ventilatore studiato per la ventilazione dei pazienti sottoposti a chirurgia e diagnostica laringotracheale, dotato di un apposito laringoscopio in grado di assicurare contemporaneamente la respirazione e il monitoraggio dei gas espirati ed inspirati.
“L’innovativa attrezzatura, consentendo una sofisticata modalità di ventilazione, permette di migliorare sensibilmente la gestione di numerosi casi complessi di anomalie delle vie aeree – spiega il dottor Pietro Tuo direttore del Dipartimento Alta Intensità di Cura e Percorso Nascita dell’Istituto Gaslini - in particolare, in casi selezionati, potrebbe essere evitata la tracheostomia ed in altri fatto ricorso più precocemente alla chirurgia laser, con un impatto importantissimo sulla qualità di vita di questi bambini”.