Rendicontazione sociale ed economica Anpas Liguria 2020

 

Il 10° bilancio sociale Anpas Liguria racconta i 12 mesi di attività e i risultati raggiunti dal movimento delle pubbliche assistenze della nostra regione. Presentato e approvato durante l’assemblea annuale dei soci del 20 giugno scorso, il bilancio sociale racconta le attività delle pubbliche assistenze Anpas Liguria in un anno in cui la pandemia ha condizionato la vita di ciascuno di noi. I nostri volontari hanno saputo in fretta rivedere il modo di agire e i protocolli operativi per garantire la continuità e la sicurezza del servizio, mantenere la relazione umana con i pazienti e intercettare i nuovi bisogni della popolazione, nati con le misure restrittive per limitare il contagio da Covid-19.

Il documento è giunto alla sua decima edizione e assolve gli obblighi sanciti dal Codice del Terzo Settore per le Organizzazioni di volontariato come la nostra che superano il milione di euro di entrate: rispetto alle edizioni precedenti, è profondamente cambiato nella sua struttura per allinearsi alle linee guida emanate in materia dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Per agevolare la lettura del documento, riportiamo alcune “pillole” dei più rilevanti passaggi del documento: nel 2020 sono stati 8 mila i volontari che hanno svolto servizio nelle 107 pubbliche assistenze Anpas della Liguria insieme a 214 ragazzi in servizio civile, supportati da 891 mezzi di soccorso e trasporto, dal prezioso lavoro di 477 dipendenti e dal contributo di quasi 34 mila soci. Per l’emergenza Covid-19 abbiamo messo in atto una serie di azioni che abbracciano in modo trasversale l’ambito delle prestazioni sanitarie, della prevenzione, della protezione civile, della comunicazione. Con 770 volontari abbiamo controllato la temperatura di oltre 30 mila passeggeri all’aeroporto Cristoforo Colombo di Genova; ammonta a oltre 14 mila ore di servizio l’impegno dei 2,3 mila volontari coinvolti nei servizi di soccorso e di trasporto “Covid”; abbiamo reperito e distribuito grazie a 220 volontari più di 2 milioni di Dispositivi di protezione individuale (DPI) alle nostre pubbliche assistenze, tra mascherine, guanti, tute, visiere e occhiali; sono state circa 8 mila le consegne a domicilio di spesa, farmaci e generi di prima necessità effettuate dalle nostre associate alla popolazione, specie alle fasce più fragili; 87 le ore di servizio in interventi di protezione civile. Abbiamo inoltre provato a raccontare come è cambiato il modo di operare delle nostre pubbliche assistenze e le storie dei nostri volontari attraverso 12 video pubblicati sui nostri social network.