Costa e AISM, ora tour accessibili

Costa Crociere, AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) e Costa Crociere Foundation presentano i risultati di un progetto congiunto finalizzato a rendere le vacanze sempre più accessibili alle persone con disabilità motorie. Per la prima volta al mondo nel settore gli ospiti disabili potranno partecipare, senza costi né oneri aggiuntivi, ad escursioni a terra di gruppo, la cui accessibilità è verificata da AISM, in accordo con le più avanzate buone pratiche internazionali.
I nuovi tour, chiamati “Adagio Tour”, saranno disponibili per la prenotazione a partire dal 1 gennaio 2019 per le crociere nel Mediterraneo dell’ammiraglia Costa Diadema. In ogni porto di scalo sarà offerta almeno una escursione di gruppo accessibile a tutti, compresi gli ospiti con disabilità motorie, che potrà essere acquistata senza variazioni di prezzo. La lista dei tour comprende al momento visite alle città di Genova, Marsiglia, Barcellona, Palermo, Roma, Palma di Maiorca e Cagliari. Gli “Adagio Tour” sono stati sviluppati pensando alle esigenze di tutti gli ospiti che desiderano godere delle destinazioni scelte con ritmi più blandi e maggiore tempo per assaporarne la scoperta o la riscoperta. Per questo sono particolarmente indicati anche per genitori con passeggino, ospiti anziani o persone con disabilità motorie permanenti o temporanee. I programmi di queste escursioni sono stati studiati, testati e verificati grazie al contributo di 15 donne con sclerosi multipla, formate e selezionate da AISM, grazie al progetto “WAT! Women Accessibility Tourism”, finanziato da Costa Crociere Foundation. Queste donne - senza occupazione stabile, studentesse, neodiplomate o impiegate part-time appassionate di viaggi e turismo - hanno frequentato un corso di formazione specifica di 160 ore a terra e a bordo delle navi Costa, avvalendosi dell’esperienza di AISM e di un team di esperti in escursioni di Costa Crociere. A seguito di questa formazione, partendo da alcune escursioni già presenti nell’offerta Costa, hanno contribuito alla progettazione dei tour, testandoli in prima persona e prendendo in considerazione ogni dettaglio relativo ad accessibilità, mappatura dei percorsi, turismo esperienziale, valorizzazione delle eccellenze del territorio. Le competenze acquisite potranno inoltre aiutare le 15 donne a trovare un’occupazione nell’ambito del turismo sostenibile. «AISM, da 50 anni è persone, diritti, ricerca. La nostra visione di un mondo libero dalla sclerosi multipla significa anche la piena inclusione delle persone e la possibilità di vivere la propria vita oltre la sclerosi multipla. Per questo nelle priorità della nostra Agenda per il 2020 ci sono anche l’accesso e il mantenimento del lavoro e il diritto all’inclusione, che significa anche turismo accessibile. AISM lavora per il cambiamento con un impatto concreto nella vita delle persone. Il valore sociale del nostro agire, come Associazione, è portare il cambiamento anche a vantaggio di tutte le persone con disabilità motoria, di tutte le persone nella comunità che hanno problemi similari. Il cambiamento deve essere contagioso e applicato in tutti i contesti della società civile», ha spiegato Mario Alberto Battaglia, Direttore Generale di AISM. «Grazie alla collaborazione con AISM e al contributo della nostra Fondazione abbiamo affrontato il tema del turismo accessibile in maniera responsabile, con l’obiettivo di produrre cambiamenti significativi nella vita delle persone. Questo progetto, che è una vera e propria novità nel mondo delle crociere, rappresenta un passo avanti importante verso l’inclusione delle persone con disabilità, per fare in modo che, davvero, non ci siano più differenze e che tutti possano condividere le stesse esperienze in vacanza. Mi auguro che la nostra iniziativa si possa espandere in futuro all’intero settore. Noi certamente ci impegniamo ad estenderla alle altre navi della flotta», ha concluso Neil Palomba, Direttore Generale di Costa Crociere.