Liguria non profit, volontariato, solidarietà e assistenza a Genova e in Liguria Liguria non profit, volontariato, solidarietà e assistenza a Genova e in Liguria Liguria non profit, volontariato, solidarietà e assistenza a Genova e in Liguria Liguria non profit, volontariato, solidarietà e assistenza a Genova e in Liguria Liguria non profit, volontariato, solidarietà e assistenza a Genova e in Liguria Liguria non profit, volontariato, solidarietà e assistenza a Genova e in Liguria

I VINCITORI DELLA 1° EDIZIONE

 

L’avevano sempre fatta in modo spontaneo, cercando sostegno e risorse fra gli amici, i parenti, le istituzioni pubbliche e qualche impresa illuminata. Come per tutte le “non profit”,anche per l’Abeo e per il Teatro Necessario, la ricerca di fondi è sempre stata un’esigenza sentita e necessaria per sviluppare appieno i propri progetti. L’anno scorso, poi, queste due associazioni, giunte a conoscenza del bando Fundraising Coaching Plus, hanno presentato due progetti specifici, con la volontà di acquisire tutte le cognizioni necessarie e di dotarsi di una adeguata figura per sviluppare una efficace azione di fundraising. Selezionate come vincitrici dalla Fondazione Garrone, Abeo e Teatro Necessario hanno iniziato, insieme al Prof. Valerio Melandri, i rispettivi percorsi formativi in fundraising. Punto di partenza per loro, come per tutte le organizzazioni che intendono sviluppare una seria e professionale attività di fundraising, è l’individuazione di una figura di fundraiser, possibilmente interna all’associazione stessa. E’ questo il perno e l’elemento centrale, attorno al quale sviluppare un efficace programma di raccolta fondi. Su questo e su altri temi abbiamo raccolto le testimonianze delle presidenti delle due associazioni vincitrici della prima edizione del bando promosso dalla Fondazione Garrone. Simona Traspedini, presidente dell’Abeo (Associazione Bambino Emopatico ed Oncologico), ha sottolineato come l’Associazione abbia perso nel tempo alcuni dei donatori iniziali che la sostenevano e che per realizzare nuovi progetti, come ad esempio l’allestimento di otto nuovi appartamenti per i piccoli pazienti emato-oncologici e per le loro famiglie, occorra, invece, potenziare l’attività di raccolta fondi. “Per questo, mi sono messa in discussione e, anche in considerazione dell’ormai prossima scadenza del mio mandato di presidente, ho accettato di occuparmi in prima persona dell’attività di fundraising. Farò anche il Master dell’Università di Bologna. In questi mesi, l’affiancamento del Prof. Valerio Melandri è stato è fondamentale per far maturare una nuova consapevolezza all’interno dell’organizzazione”. Mireya Carmen Cannata, Presidente dell’Associazione Culturale Teatro Necessario Onlus ha evidenziato come si debba imparare a chiedere e a coltivare il donatore. - Per noi Fundraising Coaching Plus ha rappresentato l’inizio di un cambiamento organizzativo e di mentalità e siamo sempre più convinti che dotarsi di un fundraiser professionista sia indispensabile per proiettare le organizzazioni nonprofit verso il proprio futuro”.