Liguria non profit, volontariato, solidarietà e assistenza a Genova e in Liguria Liguria non profit, volontariato, solidarietà e assistenza a Genova e in Liguria Liguria non profit, volontariato, solidarietà e assistenza a Genova e in Liguria Liguria non profit, volontariato, solidarietà e assistenza a Genova e in Liguria Liguria non profit, volontariato, solidarietà e assistenza a Genova e in Liguria Liguria non profit, volontariato, solidarietà e assistenza a Genova e in Liguria

Ci sono anch'io


Domenica 14 ottobre è la Giornata Nazionale delle persone con Sindrome di Down. L’Associazione e la Fondazione CEPIM Onlus la celebrano a Genova all’insegna dell’integrazione culturale. (www.fondazionecepim.it). In occasione del weekend dei Rolli Days, in via Garibaldi, Palazzo Tursi (Atrio, Cortile, Bookshop Musei di Strada Nuova), Palazzo Nicolosio Lomellino e Palazzo Tobia Pallavicino, sede della Camera di Commercio di Genova, , esporranno cinque gigantografie artistiche in bianco e nerorealizzate dalla fotografa Maria Passano e dedicate al progetto “Ci sono anch’io”, condotto da Fondazione e Associazione CEPIM Onlus insieme aLidia Schichter. Copie delle fotografie saranno distribuite gratuitamente presso lo stand CEPIM, allestito in Piazza della Meridiana, domenica 14 ottobre dalle 10 alle 18. Qui sarà inoltre possibile ricevere informazioni sulle attività a supporto dell’inserimento sociale delle persone con disabilità cognitiva di origine genetica, dalla nascita alla vita indipendente. In particolare, la cultura come efficace strumento riabilitativo e di integrazione è al centro dell’impegno della Fondazione e dell’Associazione CEPIM Onlus, che da anni operano in questa direzione, nel rispetto e nella valorizzazione dell’articolo 30 della Convenzione ONU sui Diritti della Persona con disabilità, che prevede il diritto alla piena partecipazione alla vita culturale e ricreativa. In questo contesto, una visita culturale può diventare occasione per imparare ad orientarsidurante il percorso e negli spazi, scoprire le regole di fruizione di luoghi di cultura, approcciarsi alle opere d’arte e ai Palazzi storici esprimendo emozioni e preferenze. Uno stimolo anche per curatori e operatori museali per rendere più accessibile il patrimonio culturale, facendo della cultura uno strumento di piena integrazione. Negli ultimi anni, i ragazzi seguiti da Fondazione CEPIM Onlus, nell’ambito del progetto “Ci sono anch’io”, hanno vissuto significative esperienze che li hanno avvicinati e resi protagonisti del mondo culturale e artistico del territorio: da visite guidate a più voci, dove i ragazzi sono diventati loro stessi in parte guide nel Parco di Villa Pallavicini e al Galata Museo del Mare, ad attività nel Teatro Carlo Felice insieme agli attrezzisti, fino percorsi dedicati durante le diverse edizioni dei Rolli Days.